Menu Falsopepe 2018-04-21T20:49:24+00:00

FALSOPEPE

Via II S.S. Medici, 42 – 74016 Massafra TA

Facebook Page

IL MENU DI FALSOPEPE

ANTIPASTO

Uovo pochè su spuma di patate affumicate, ricci e Rucola Bianca

PRIMO PIATTO

Ravioli con fonduta di caciocavallo podolico stagionato in fieno, crema di Ortiche e mandorle tostate

SECONDO PIATTO

Guancia di cinghiale cotta a bassa temperatura con crema di zucca e Cardo Mariano

DOLCE

Pane, olio e Rosmarino

LE ERBE UTILIZZATE NEL MENU

SCHEDA DELLE ERBE

Rucola Bianca

Cardo mariano

Ortiche

Rosmarino

Salento Slow Travel è un’associazione di promozione sociale nata ad Aprile 2011, grazie al Concorso Regionale Principi Attivi 2010 – Giovani Idee Per una Puglia Migliore.

Condividiamo e sosteniamo i principi e i valori del Turismo Responsabile promuovendo la cultura e la pratica di viaggi che abbiano il minore impatto ambientale, sociale e culturale.

Il Turismo Responsabile

Il nostro punto di partenza è la comune riflessione su quanto lo sviluppo del turismo porti ad un turismo di sviluppo, e quanto sia possibile pensare al turismo senza tralasciare quelli che sono i possibili impatti sociali, economici e culturali del c.d. turismo di massa.

Il turismo diventa sempre più una risorsa economica importante nella nostra regione, ma costituisce anche un’ulteriore fonte di pressione sull’ambiente urbano, che spesso obbliga piccoli comuni pugliesi ad affrontare problemi tipici dei grandi centri urbani, come l’aumento della produzione di rifiuti, del traffico, dei reflui urbani da depurare, e altro ancora.
Inoltre il turismo è spesso occasione di reddito per le popolazioni residenti, ma può essere causa e fattore di perdita dell’identità locale, soprattutto quando comporta cambiamenti  nel sistema dei valori e dei comportamenti di una comunità.

Per questo e per una serie di altri motivi, è necessario pensare a proposte di viaggio che favoriscono l’incontro con le risorse naturali, artistiche e culturali di un territorio, ma soprattutto condivise dai suoi residenti.
Il viaggiatore poi, deve divenire sempre più consapevole e rispettoso del territorio che visita, voler godere della natura, entrare in contatto con le comunità locali, ma soprattutto comportarsi nella maniera giusta e opportuna, come fosse a casa propria.